Watec Italy 2018: l’innovazione tecnologica passa da qui

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Abbiamo chiesto ad alcuni degli espositori del salone di raccontarci la loro esperienza a Cremona. Ecco il loro contributo alla gestione virtuosa della risorsa idrica
Per gli espositori di Watec Italy, il Salone dell’Acqua in corso a Cremona sino al 27 ottobre, la loro partecipazione all’evento risponde all’esigenza di confrontarsi con i professionisti del settore su un tema di grande attualità come il consumo razionale, il contrasto agli sprechi, il riutilizzo virtuoso delle acque utilizzate nei vari comparti industriali, agricoli e civili.

“Noi distribuiamo tecnologia israeliana – afferma Nicola Ruggiero, amministratore di Pipecare – e siamo specializzati nella gestione delle perdite massive di acqua che si verificano nei grandi impianti industriali, in quelli agricoli e negli acquedotti. Lo facciamo senza ricorrere agli scavi, un’innovazione in grado di ridurre i tempi di intervento e i costi”.  Partecipare a Watec Italy? Del tutto naturale.

Per Ilaria Locatelli della Divisione Smart Land di A2ASmartCity, Società tecnologica del Gruppo A2A, la partecipazione a Watec si traduce nella presentazione di diversi progetti sulle reti idriche. “In particolare – afferma – siamo impegnati a supportare i gestori nella sostituzione dei contatori idrici che sul territorio bresciano sta conoscendo una prima fase sperimentale”.

“La nostra partecipazione alle due precedenti edizioni di Watec Italy – dichiara Simone Pellizzari, direttore tecnico di NCR Biochemical – e soprattutto i positivi feed back che abbiamo registrato ci hanno suggerito di aderire anche a quest’ultima edizione. Noi produciamo formulati chimici per il trattamento delle acque a 360°: da quelle reflue alle potabili, dalle industriali a quelle utilizzate nel processo cartiero e saccarifero. Il mercato è in forte espansione e, se si vogliono affrontare seriamente i problemi legati all’utilizzo delle risorse idriche le opportunità per dare vita a progetti importanti non mancano”.

Con il 60% dell’attività concentrata nel trattamento delle acque potabili, SG Projects Mega partecipa a Watec Italy forte di una ripresa del mercato che, come sottolinea il suo amministratore delegato Stefano Gagliardi, oggi rappresenta una grande opportunità da sfruttare.

Sulla stessa lunghezza d’onda Andrea Baraldi di OB Impianti, che sottolinea l’importanza di offrire soluzioni tecnologiche di elevata efficienza a tutti i professionisti che si occupano di liquami, senza dimenticare la sfida rappresentata dalle normative legate al recupero dei nutrienti e al riutilizzo dell’acqua.  Un tema molto sentito “in Italia e anche all’Estero – dichiara – motivo per cui la partecipazione a rassegne come Watec Italy è oggi fondamentale”.

Per Schneider Electric si tratta della prima partecipazione a Watec Italy, occasione che il Responsabile del settore idrico, Pasquale Donato reputa molto importante per far conoscere “il grande progetto che stiamo portando avanti con Padania Acque finalizzato alla gestione e all’efficientamento delle acque, reflue e potabili, a Cremona. La nostra tecnologia innovativa è stata realizzata per gestire al meglio l’intero ciclo dell’acqua. Purtroppo il sistema idrico italiano, con i problemi legati a numerosi depuratori non a norma, presenta molte lacune che possono essere sanate solamente avvalendosi di competenze tecnologiche di ultima generazione”.

Non solo battesimo a Watec Italy, ma prima volta assoluta sul panorama italiano di Ft Pipeline Systems, azienda britannica specializzata nei trattamenti delle acque e nella realizzazione di impianti delle intere reti idriche. “L’Italia è un Paese che a nostro avviso offre in questo settore molte opportunità – afferma il direttore commerciale Roger Attisha – anche per la carenza abbastanza diffusa di infrastrutture moderne. Partecipare a rassegne come Watec Italy significa sfruttare l’occasione di incontrare personalmente i potenziali clienti avendo la possibilità di illustrare dettagliatamente le nostre innovative proposte”.
Perché l’innovazione passa sempre prima da Watec Italy.

Contatto stampa
Giovanni De Luca

www.watecitaly.com

GALERIA

More to explorer

Chiudi il menu